Ciao - Correggio Insieme.  Associazione di Volontariato Onlus
PRIMO PIANO  |  FOTOGALLERY  |  CHI SIAMO  |  NEWS  |  COME SOSTENERCI  |  BILANCI E UTILIZZO 5X1000

Visita la nostra pagina
su Facebook

Calendario news
« Dicembre 2018 »
DoLu MaMe GiVe Sa
      1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31
Le News di dicembre »
Tutte le News »


Le ultime news
31 luglio 2018
Rientro a casa dal Progetti "CASA ITALIA" »

sono rientrati/e alle loro case i 22 bambini/e che hanno partecipato al progetto "CASA ITALIA"
11 luglio 2018
partenza ragazzi per Progetto "CASA ITALIA" »

inizia il nuovo progetto "CASA ITALIA" partono i 22 bambini e bambine
9 maggio 2018
FESTA DELLA VITTORIA IN BIELORUSSIA »

La Giornata della vittoria (in russo: День Победы?) viene celebrata il 9 maggio, in memoria della capitolazione della Germania nazista durante la seconda guerra mondiale (conosciuta anche come la Grande guerra patriottica in Unione Sovietica e alcuni Stati post-sovietici).

La resa fu firmata nella tarda sera dell'8 maggio 1945 (già il 9 maggio a Mosca), in seguito alla capitolazione concordata in precedenza con le forze alleate sul fronte occidentale. Il governo sovietico annunciò la vittoria la mattina del 9 maggio, dopo la cerimonia di firma avvenuta a Berlino. Tuttavia, è solo dal 1965 che la Giornata della vittoria è stata proclamata festa nazionale.

Archivio »


News


Mostra fotografica "CHERNOBYL PRESENTE" di Erik Messori
23 aprile 2016

clicca l'immagine per ingrandirla
Apertura mostra domenica 10,00-12,30 e 15,30 - 18,30

L’Unione Sovietica era assolutamente sprovvista di un piano di emergenza e ciò che fu fatto avvenne all’insegna della pura improvvisazione.
Molti "liquidatori" (operai inesperti e privi di qualsiasi tipo di protezione, che manualmente, con terra o con acqua, tentarono di spegnere l’incendio), essendo stati esposti a radiazioni dirette, morirono nel giro di poco tempo.
In seguito il reattore fu sigillato con un sarcofago di cemento.
Purtroppo, però, questa protezione oggi presenta delle crepe e, soprattutto, essendo troppo pesante tende ad abbassare di alcuni metri l’intera struttura con il rischio di inquinare sia il suolo che le falde acquifere sottostanti.
Se ciò avvenisse lo stesso Mar Mediterraneo potrebbe esserne coinvolto, visto che le falde acquifere conducono al fiume Dnepr, che sfocia nel Mar Nero.
Difficile quantificare la portata di questa immane tragedia, l’entità della devastazione ambientale di cui fu causa, e le vite umane che cancellò immediatamente dopo l’esplosione, e negli anni a venire, per l’effetto nefasto della nube radioattiva.

« Torna alla lista


CIAO - CORREGGIO INSIEME - Associazione di Volontariato Onlus
Iscritta al Registro Provinciale del Volontariato PROT. N. 45368/21/2007
Via Timolini 27 - 42015 Correggio (RE) - C.F. 91132090357, Cell. 370-3101757 - 333-3256352
www.correggioinsieme.it - correggioinsieme@gmail.com
Privacy policy - powered by Antherica Srl